Scuole chiuse e bambini a casa: ecco i giochi da organizzare

Fra una vacanza e un centro estivo, fra una settimana al mare e una in montagna, con gli amichetti fuori e la sosta obbligata in una città deserta, il rischio noia è garantito. Esiste però tutta una serie di attività che può impegnare i più piccoli. Certo, trasformare casa in una ludoteca non è facile, ma basta un po’ di fantasia e qualche buon consiglio recuperato su internet per far passare le ore in allegria e divertirsi insieme ai bambini.

Per esempio in giardino, o in mancanza in un parco vicino a casa, perché non improvvisare uno scivolo ad acqua? Basta qualche telo di plastica colorata e se possibile una lieve pendenza, per organizzare un acquafun dal nulla, con tanto di tavolette per scivolare.

Sempre in tema di giochi “liquidi”, simpatici sono l’acqua limbo – a ritmo di musica, passare sotto il getto di una pompa senza bagnarsi – e la battaglia con i palloncini riempiti d’acqua: finisce presto ma il divertimento è assicurato.

Ancora all’aperto, ma pure in casa, si può organizzare la classica caccia al tesoro: mappa, cappello da pirata, indizi disseminati fra la camera da letto e il salotto, terranno impegnati i bimbi per qualche ora. Sul fronte culinario, spazio alle preparazioni in cucina, dalle torte per la merenda ai ghiaccioli – con ricette che si trovano facilmente sul web – alla pasta fatta in casa. Una vecchia tenda da campeggio – o una nuova, ma di quelle che costano pochi euro in qualche grande catena di negozi sportivi – può diventare un rifugio che i vostri figli non vorranno più lasciare. E se non avete tempo o spazio per costruire una casa sull’albero, anche uno scatolone di cartone decorato adeguatamente e con le finestre ritagliate può trasformarsi in una simpatica casetta dove giocare volentieri.