Test ingresso 2019: i trucchi per affrontarli e superarli

L’utilizzo mirato delle tecniche di memoria per potenziare l’apprendimento e consolidare il ricordo di concetti e dati in vista dei test di ingresso all’Università può fare la differenza nel superamento delle prove di ammissione alle diverse facoltà”. Così parla Matteo Salvo, International Master of Memory, Guinness World Record, e autore insieme a Elisabetta Galli, Dottore di Ricerca in Giurisprudenza, consulente aziendale e formatore strategico, del volume dal titolo “Prepararsi ai test universitari: il metodo rivoluzionario per affrontarli e superarli”, edito da IF Idee editoriali Feltrinelli Gribaudo. Per quanto riguarda in particolare il test Medicina 2019, il più ostico, quello in cui solitamente solo un candidato su 7 ce la fa, ricordiamo che è stato recentemente pubblicato il bando di ammissione secondo il quale restano invariate le discipline oggetto della prova: ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica. Riportiamo di seguito qualche tecnica suddivisa per ambito di studio spiegata all’interno del volume che può aiutare gli aspiranti universitari ad affrontare e superare con successo i test ingresso Medicina 2019 e qualche altro stratagemma che potrebbe dare una mano anche a tutti gli altri studenti.

Test ingresso 2019: scopri tutte le date

Test Medicina 2019 Biologia, parola d’ordine: mappe mentali

Il consiglio preliminare per organizzare l’apprendimento in questo particolare ambito di studio è quello di concentrarsi sul corpo umano e sulle sue funzioni. In particolare, è utile avere un’idea della struttura del libro costruendo una mappa mentale dell’indice per memorizzare i concetti e l’ordine gerarchico delle informazioni.

 Test ingresso Medicina 2019 Chimica: dai loci ciceroniani alla regola del P.A.V. passando dalle mappe

Questa disciplina richiede l’applicazione, in modo flessibile e mirato,  delle diverse tecniche dei loci ciceroniani, delle associazioni di immagini con P.A.V. (Paradosso, Azione Vivido) e delle mappe mentali. Ad esempio, per fissare nella mente gli elementi della tavola periodica, la tecnica più utile è quella di imparare gli elementi ad uno ad uno in verticale e di fissarli ad un’immagine:

– idrogeno à un IDRante
– litio à batterie al LITIO
– sodio à un uovo SODO
– potassio à una banana che contiene tanto POTAsSIO
– rubidio à un RUBInO
– cesio à CESOie
– francio à qualcosa che richiami la Francia, come la torre Eiffel

Anche per memorizzare le formule di struttura è molto utile trasformarle sempre in immagini.

Test Medicina ingresso 2019 Cultura generale: conversione fonetica per le date storiche

“Lo studio dei principali eventi storici è fondamentale perché i quesiti relativi a date e periodi sono ricorrenti nei test di ammissione, rientrando nella parte di cultura generale. Il mio consiglio è di concentrarsi sugli eventi più importanti, con una particolare attenzione anche alla storia contemporanea e agli anni più recenti”, raccomanda ancora Matteo Salvo. “Anche in questo caso è utile creare delle mappe mentali con una panoramica dei concetti chiave, mentre per quanto riguarda le date, potrà rivelarsi molto efficace l’uso della tecnica della conversione fonetica che consiste nell’associare a ogni numero un certo tipo di suono”.

Test Architettura e Ingegneria Edile 2019: ancora la regola del P.A.V. 

 Per il test architettura e ingegneria edile 2019, in programma all’inizio del mese di settembre, l’ultimo decreto emanato prevede 60 quesiti a risposta multipla con 5 alternative e una sola risposta esatta in relazione alle seguenti materie: cultura generale, ragionamento logico, storia, disegno e rappresentazione, matematica e fisica. Per queste discipline, soprattutto nell’ambito del riconoscimento delle immagini, è consigliabile applicare la tecnica del P.A.V. (Paradosso, Azione Vivido), associando cioè all’elemento da ricordare un’immagine paradossale, di forte impatto emotivo, che sia in azione e che coinvolga i cinque sensi.

Test Economia ingresso 2019: immagini e P.A.V per i grafici complessi

Per superare il test di ammissione al corso di laurea in economia (o di discipline affini) è basilare l’allenamento in matematica e logica oltre alla conoscenza di nozioni di cultura generale. Oltre a ciò, spesso per superare i test economia 2019 lo studente si deve ricordare numerosi grafici. Le tecniche di memoria – come l’uso della regola del P.A.V. (Paradosso, Azione Vivido) e la visualizzazione di immagini – sono utilissime perché consentono di ottenere sicurezza nel ricordo e di affrontare il test senza indecisione.

Ad esempio, per memorizzare la curva di incontro fra domanda e offerta, è possibile immaginare un punto di domanda che fa un’offerta a un passante e la mette dentro a un coppa. Le curve infatti che rappresentano il grafico ricordano proprio una coppa.

Test ingresso Matematica e Fisica 2019: immagini e schedari per ricordare le formule 

Partendo dal presupposto che ricordare una formula matematica a memoria senza averla capita non serva a nulla, spesso la mole di nozioni è talmente imponente che si rischia di fare confusione. Per evitare questa confusione si possono attuare delle strategie, innanzitutto la formula matematica è costituita da diverse componenti:

– operatori;
– parte numerica;
– parte letterale.

Per poterla ricordare ci sono più opzioni: possiamo utilizzare immagini che inizino con la lettera della formula presa in considerazione oppure immagini che abbiano una forma simile a quella della lettera; la seconda opzione è di attingere allo schedario alfabetico internazionale messo a punto in ambito militare:

S Sierra

T Tango

U Uniform

V Victor

W Whiskey

X X-ray

Y Yankee

Z Zulu

J Juliet

K Kilo

L Lima

M Mike

N November

O Oscar

P Papa

Q Quebec

R Romeo

A Alfa

B Bravo

C Charlie

D Delta

E Echo

F Foxtrot

G Golf

H Hotel

I India

Oppure possiamo creare uno schedario alfabetico personale, costruito da noi stessi attribuendo a ogni lettera un’immagine scelta in base al criterio di somiglianza. Per esempio, la A maiuscola potrebbe essere una scala aperta, un compasso, la cima di una montagna, la punta di una matita… scegli l’immagine per te più adatta.

Test Giurisprudenza 2019: mappe mentali

Il test per l’ammissione a giurisprudenza solitamente richiede la conoscenza di nozioni di diritto costituzionale, europeo, privato e penale. Le mappe mentali rappresentano una potente tecnica di memorizzazione per l’apprendimento efficace delle nozioni in tutti questi ambiti, soprattutto perché consentono di visualizzare a colpo d’occhio concetti chiave e contenuti complessi grazie ad una rappresentazione grafica d’insieme delle nozioni.